Assemblea straordinaria del Movimento della Scuola

Quando?

mercoledì 28 Ottobre
Aggiungi al tuo calendario

AVVISO IMPORTANTE

In considerazione dell’accelerazione della diffusione dei contagi di questi giorni, abbiamo deciso di modificare le modalità con le quali svolgere l’assemblea del Movimento della Scuola dedicata all’esperienza della scuola a distanza.
Ci è parso più urgente che mai il bisogno di un momento di confronto sul tema, ma abbiamo ritenuto poco saggio svolgere l’incontro in presenza.
L’assemblea è quindi confermata, ma avverrà a distanza.

La piattaforma che utilizzeremo è Skype (per chi ne fosse sprovvisto, qui è scaricabile l’applicazione necessaria).

Chiunque fosse interessato a partecipare all’assemblea è pregato di collegarsi, dalle 20.15 di mercoledì 28 ottobre, tramite il seguente link: https://join.skype.com/cn07kf7m4Zkq.

Un cordiale saluto.

Il comitato


L’esperienza della scuola a distanza

La necessità di condividere i vissuti, l’importanza di riflettere collegialmente

 

Interverranno con testimonianze e spunti di riflessione (prima di lasciare spazio alla discussione):

  • Pascal Derigo, docente SE
  • Giovanna Lepori, docente SM
  • Paolo Galbiati, docente SMS (presidente Associazione docenti delle scuole medie superiori)
  • Fabio Camponovo, ex esperto SM (presidente Movimento della Scuola)

 

L’esperienza della scuola a distanza nella quale ci siamo trovati improvvisamente catapultati nella primavera scorsa segna senza dubbio una cesura nel vissuto di ogni insegnante (così come probabilmente in quello di ogni allievo e di ogni genitore).

La situazione d’emergenza che la scuola, come tanti altri ambiti della vita sociale, ha dovuto affrontare è stata l’occasione per introdurre novità di rilievo, con un’evidente accelerazione della spinta ad adottare le nuove tecnologie nell’insegnamento. Questi mesi difficili sono stati anche il momento in cui siamo stati obbligati a guardare a nodi tradizionalmente rilevanti per la nostra scuola con occhi diversi. Pensiamo ad esempio – solo per citare due questioni a noi care – a come la didattica a distanza abbia fatto assumere al tema dell’inclusione, cioè al carattere democratico del diritto alla scuola, una problematicità inedita; oppure a come in questo particolare frangente il tema del coinvolgimento del corpo docenti nelle decisioni di politica scolastica sia diventato, ancor più di quanto già non lo fosse, terreno di scontro e di polemica con le autorità dipartimentali.

Le questioni poste dal periodo della “scuola a distanza” non sono scomparse con l’avvio in presenza del nuovo anno scolastico, tutt’altro: esse continuano a essere al centro delle preoccupazioni di docenti, studenti, quadri scolastici.

Per poter avere un momento di condivisione e di scambio, capace di mettere a confronto insegnanti di ordini scolastici diversi nell’indispensabile riflessione sul nuovo contesto dentro cui ci stiamo muovendo, abbiamo ritenuto utile indire un’assemblea, aperta a tutti gli insegnanti interessati.