Nov 252012
 

I docenti della Scuola media di Canobbio si sono riuniti giovedì 15 novembre 2012 in una seduta plenaria straordinaria per prendere posizione relativamente alle misure di risparmio del preventivo 2013 ora allo studio della Commissione della Gestione.

Il Consiglio di Stato sostiene che i tagli previsti nel Preventivo (riduzione del salario del 2% ai dipendenti dello Stato e la revisione della Cassa pensioni) non andranno a colpire la scuola. Il Plenum dei docenti ritiene sia piuttosto ingenuo credere che la qualità di questa fondamentale istituzione possa uscire indenne a seguito di queste ulteriori misure che vanno a toccare il corpo insegnante, ultime di una serie in questi giorni più volte ricordata (il taglio sugli stipendi iniziali e dei supplenti dal 1997, l’aumento di un’ora lezione per i docenti, quattro riduzioni salariali di risanamento, ecc…).

La scuola dell’obbligo costituisce uno dei pilastri della società. I cittadini le affidano la crescita e la formazione della persona, la trasmissione della cultura e di valori condivisi. La scuola deve educare al pensiero autonomo, che costituisce la base di una cittadinanza consapevole e responsabile.

La categoria degli insegnanti ha inoltre assunto nel tempo, con l’evolversi della società, un numero sempre maggiore e gravoso di compiti, che vanno ben oltre la trasmissione del sapere. Da anni i docenti delle scuole del Cantone lanciano segnali chiari, esplicitando la richiesta di risorse per far fronte a problemi che complicano notevolmente l’adempimento del proprio dovere professionale.

Pur consapevole della particolare e preoccupante situazione economica del Cantone, il Plenum dei docenti della scuola media di Canobbio si allinea a quelli delle altre sedi del Cantone per chiedere una politica scolastica più attenta ai bisogni reali del corpo insegnante, che chiede investimenti e non tagli. Coglie anche l’occasione per esprimere la propria solidarietà a tutti i dipendenti pubblici e del settore parapubblico, parimenti toccati dalle misure in esame.

Il collegio dei docenti della scuola media di Canobbio, ad ampia maggioranza, aderisce alla giornata di riflessione sulla scuola del 29 novembre.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.