Nov 252012
 

Durante la riunione del collegio di Zona Monte Brè del 19.11.12, dopo aver discusso in merito alle manovre finanziarie proposte dal Consiglio di Stato, siamo partiti dalla proposta dei colleghi di Bozzoreda, da noi modificata, con l’intenzione di inviarla come comunicato stampa.

Abbiamo concordato quanto segue:

  • come premessa ci sembra opportuno segnalare l’inevitabile delusione da parte di tutti nell’aver appreso l’entità delle manovre proposte;
  • ancora una volta tocca ai dipendenti pubblici cantonali, quindi anche ai docenti, fare dei sacrifici per risanare i conti dello stato (possibile che non si trovi un’altra soluzione?). Questo ci porta a credere che a livello politico non ci sia la giusta considerazione per la scuola e la nostra professione;
  • ci sembra utile ricordare e ribadire che il nostro lavoro ha un carico sempre maggiore in termini di disponibilità, responsabilità, competenze e richiede sempre più impegno. Inoltre sempre più spesso siamo chiamati ad operare ben al di fuori dell’orario scolastico.

Fatte queste considerazioni, molti di noi non ritengono però necessario segnalare la delusione con un’astensione dal lavoro.
Crediamo invece sia importante spiegare il nostro lavoro a chi non lo conosce bene in altri modi, come ad esempio:

  • pannelli illustrativi sulla nostra professione esposti nei corridoi delle scuole,
  • giornate delle porte aperte per genitori ed autorità cantonali e comunali il 29 novembre e il 5 dicembre 2012
  • informazione puntuale all’opinione pubblica sui problemi della scuola,
  • iniziative che segnalino in maniera chiara e puntuale quali siano i compiti a cui siamo chiamati a rispondere.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.