Ott 312012
 

Il collegio dei docenti della scuola media di Ambrì, riunitosi il 25 ottobre 2012, ha preso conoscenza del progetto di risparmio contenuto nel preventivo 2013.
Più che entrare nel merito delle misure proposte per contribuire a risparmiare 50 milioni, vorremmo ribadire l’importanza di coinvolgere maggiormente gli operatori scolastici al fine di evitare che queste decisioni abbiano il sapore dell’imposizione.
Non si è accennato ad esempio, della diminuzione di sezioni di SME che automaticamente farà risparmiare al dipartimento svariati milioni; la misura proposta del taglio degli stipendi appare di conseguenza ingiustificata e frutto di poca trasparenza.
L’entusiasmo che il corpo docenti ha avuto al momento della sua nomina, dovuto alla sua promessa di coinvolgerci nella presa di decisioni importanti, viene meno a seguito di azioni di questo tipo calate dall’alto.
Ne segue un moto di protesta che non fa bene né al corpo docenti, né alla scuola ma nemmeno al dipartimento stesso. Con maggior coinvolgimento sicuramente si mobilitava la solidarietà di cui il corpo insegnanti è capace e che già più volte ha dimostrato.
Fiduciosi che in un futuro non troppo lontano si possa finalmente lavorare assieme, cogliamo l’occasione per salutarla cordialmente.
Per il collegio docenti
SME Ambri
Fausto Croce – Eleonora Traversi

Spiacenti, i commenti sono chiusi.