Ott 262012
 

Il plenum dei docenti della SM di Lugano 2 ha deciso a grande maggioranza di aderire alla giornata d’azione prevista per giovedì 29 novembre 2012 e proposta dal Coordinamento cantonale di azione per la Scuola affinché le decisioni politiche previste nell’ambito del preventivo dello Stato 2013 siano prese a seguito di una maggiore consapevolezza del contesto in cui i docenti ticinesi di ogni ordine operano ormai da diversi anni.

Obiettivo principale di questa giornata vuole essere quello di informare e rendere attenti tutti sul progressivo deterioramento delle condizioni di lavoro di chi opera nella scuola. Nella crisi della società attuale sempre più oneri e incarichi di ordine educativo e sociale sono stati delegati agli insegnanti, senza che fossero fornite loro le risorse necessarie per farvi fronte.
Tutto ciò va a scapito di una scuola di qualità che noi invece vorremmo poter continuare ad offrire e che resta la condizione fondamentale per una migliore società futura.

Siamo dunque convinti che occorra riaprire un serio dibattito pubblico sulle finalità dell’educazione delle nuove generazioni allo scopo di permetterci di assolvere nel migliore dei modi il nostro compito.

Ci aspettiamo quindi che ne emerga un progetto politico consapevole e lungimirante che tenga conto dei nostri suggerimenti e che dunque preveda investimenti nella Scuola.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.