Ott 222012
 

Quoi qu’il en soit, il faut souligner que même sans réformes explicites, les enseignants ont vécu de nombreux changements dans la pratique de leur métier. Leur travail est devenu plus difficile et complexe. Les exigences attendues à leur égard dans leurs tâches se sont accrues au fil du temps. L’amélioration seule de la formation ne peut donc pas suffire à attirer des jeunes dans la profession.

Questions clés de l’éducation en Europe. Commission européenne. Direction générale de l’éducation et de la culture, 2005

 

In questo momento, l’insegnamento non segue più alcuna riflessione pedagogica, bensì deve sottomettersi alla ghigliottina finanziaria della maggioranza nel Gran Consiglio, che bada unicamente al risparmio. Le spese che sono cancellate sono sì tra le più alte, ma anche quelle la cui eliminazione mostrerà le sue conseguenze solo molto più tardi. Spesso sono stati approvati degli sgravi fiscali, e ne sono previsti ancora di nuovi. Da ciò nasce un conflitto attorno alle prestazioni dello Stato. Insegnanti, genitori e allievi hanno un interesse comune che deve essere difeso anche da altri. È in gioco l’istruzione delle prossime generazioni.

Misure di risparmio cantonali nei Dipartimenti dell’Educazione: analisi dell’inchiesta interna. Christa Dubois-Ferrière, da: “Gymnasium Helveticum” febbraio 2005.

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi.